I bike messenger di Stone Tribe a Torino si organizzano con Slang USB per i propri diritti. Pronta la solidarietà dei colleghi di Bologna

Torino -

Questa mattina A Torino USB e i lavoratori della Stone Tribe Bike Delivery, organizzati insieme a SLANG, si sono recati al magazzino dell’azienda per chiedere conto di tre mesi di retribuzioni e TFR mai versati, oltre che di altre irregolarità quali un luogo di lavoro insalubre e l’applicazione di un CCNL che non rispecchia le mansioni svolte.

La parte padronale ha ceduto e deciso di aprire la trattativa indicendo un incontro, dopo aver eluso le richieste individuali dei lavoratori per mesi. Questo dimostra quanto sia fondamentale organizzarsi e lottare insieme.

Proprio per questo è importante la solidarietà dei bike messenger di Bologna, arrivata in giornata ai colleghi torinesi, auspicando la lotta compatta e solidale anche nelle altre città italiane. I bike messenger non sono corrieri di serie B, pretendono insieme agli altri corrieri migliori condizioni di lavoro, fino ad arrivare ad un CCNL della categoria, a causa della cui mancanza molti ancora vedono negati i propri diritti.

 

Slang USB Torino

Ultime Notizie

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati